Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
consolato_francoforte

Anagrafe

 

Anagrafe

Ufficio Anagrafe e A.I.R.E.
Tel.: 0049 (0)69 7531 - 304  (12:00 -13:00)
Fax: 0049 (0)69 7531 - 177
e-mail: anagrafeelettorale.francoforte@esteri.it


ANAGRAFE CONSOLARE E A.I.R.E.

L’Ufficio Anagrafe del Consolato Generale di Francoforte è competente per l’aggiornamento del registro anagrafico di tutti i cittadini italiani residenti in Assia, Renania-Palatinato, Saarland e Bassa Franconia. I dati degli iscritti in tale registro, che si chiama Anagrafe consolare, vengono trasmessi ai rispettivi Comuni affinché vengano inseriti nello speciale registro dell’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (A.I.R.E.), come previsto dalla legge 27.10.1988, n.470.

ATTENZIONE: la tempestiva comunicazione al Consolato e, tramite questo, ai Comuni italiani dei cambiamenti riguardanti la propria situazione anagrafica - oltre ad essere un dovere del cittadino - consentirà agli Uffici italiani di mantenere sempre aggiornate le informazioni riguardanti i cittadini residenti all'estero, facilitando sia l'erogazione di tutti i servizi eventualmente richiesti in Italia ed all'estero, sia il contatto fra Consolato e cittadini italiani residenti nella circoscrizione.
Il mancato aggiornamento delle informazioni, in particolare di quelle riguardanti il cambio di indirizzo, renderà impossibile il contatto con il cittadino ed impedirà ad esempio il ricevimento della cartolina e del plico elettorale in caso di votazioni oltre a comportare il rischio che l’interessato venga cancellato dall’A.I.R.E. per irreperibilità.


VANTAGGI

L'iscrizione all'A.I.R.E., oltre a costituire un obbligo sancito dalla legge, comporta anche dei benefici:

    • Fruizione dei servizi consolari (ad es. rilascio di documenti d’identità, di dichiarazioni, ecc.);
    • Possibilità di votare per elezioni politiche e referendum per corrispondenza nel Paese di residenza e, per l’elezione dei rappresentanti italiani al Parlamento Europeo, nei seggi istituiti dalla rete diplomatico consolare nei Paesi appartenenti all’U.E.;
    • per i proprietari di case o di altri immobili in Italia, l’ENEL applica la stessa tariffa dei residenti in Italia che è inferiore a quella di un non residente per il consumo dell’energia elettrica;
    • diversi Comuni italiani applicano una tariffa speciale sulla tassa per la raccolta dei rifiuti urbani.

 

CHI SI DEVE ISCRIVERE ALL’AIRE

    • i cittadini che trasferiscono la propria residenza da un comune italiano all’estero per un periodo superiore ai 12 mesi;
    • i cittadini nati e residenti fuori dal territorio nazionale, il cui atto di nascita è stato trascritto in Italia e la cui cittadinanza italiana é stata accertata dal competente ufficio consolare di residenza;
    • le persone che acquisiscono la cittadinanza italiana all’estero, continuando a risiedervi;
    • i cittadini la cui residenza all’estero é stata giudizialmente dichiarata;
    • i cittadini già iscritti all’A.I.R.E. ma che hanno cambiato circoscrizione consolare (ad es. da Colonia a Francoforte sul Meno). Essi devono ugualmente iscriversi all’Anagrafe consolare della Rappresentanza di attuale residenza, affinché essa possa informare il Comune AIRE dell’avvenuta variazione.


CHI NON DEVE ISCRIVERSI ALL’AIRE

Sono esentati dall’obbligo dell’iscrizione all’A.I.R.E.:

    • le persone che si recano all’estero per un periodo di tempo inferiore all’anno;
    • i lavoratori stagionali;
    • i dipendenti di ruolo dello Stato in servizio all’estero, notificati alle autorità locali ai sensi delle Convenzioni di Vienna del 1961 e del 1963 sulle relazioni diplomatiche e consolari;
    • i militari in servizio presso gli Uffici e le strutture della NATO.


SCADENZA PER ISCRIVERSI ALL’AIRE



La dichiarazione di trasferimento di residenza all’estero deve essere resa dall’interessato all’Ufficio consolare competente entro 90 giorni dalla data dell’espatrio.
È tuttavia possibile regolarizzare la propria posizione anche in seguito.



DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PER LA REGISTRAZIONE IN ANAGRAFE CONSOLARE ED ISCRIZIONE ALL’A.I.R.E. (Anagrafe Italiani Residenti all’Estero)

1. Il modulo di richiesta iscrizione all´AIRE debitamente compilato e firmato;
    Formulario d'iscrizione all'AIRE per maggiorenni
    Formulario d'iscrizione all'AIRE per minori
2. Fotocopia del passaporto e/o della carta d’identità italiani in corso di validità delle pagine contenenti le generalitá anagrafiche, la foto  e la  firma. 
3. “Meldebescheinigung” del Comune tedesco rilasciato in data recente (non più di tre mesi dalla data del rilascio)

Per i connazionali divenuti italiani per Decreto (matrimonio - ex art.5 della legge 91/92 ) non ancora in possesso di un documento d´identità italiano
1. Certificato di cittadinanza italiana rilasciato dal Consolato o Comune dove si è prestato giuramento e/o copia del Verbale di giuramento

2. qualora non ancora trascritto in Italia, l'originale del certificato di nascita, corredate delle relative traduzioni e legalizzazioni se previste (vedere sezione Stato Civile-Nascite)


Per i connazionali coniugati allegare:
1. Fotocopia del proprio documento di riconoscimento valido (entrambi i lati), anche per il coniuge straniero
Per i connazionali con figli nati all’estero allegare:
1. Documento d’identità dei figli
2. Indicare  sul formulario il Comune italiano dove è stato trascritto l´atto
3. Se non ancora trascritto allegare l'originale dell´atto di nascita da richiedere al Comune tedesco di nascita su formulario plurilingue (europeo).

Si ricorda inoltre, l’obbligo della trascrizione in Italia di tutti gli atti o sentenze di stato civile (nascite, morti, matrimoni, divorzi) avvenuti all’estero.

I documenti richiesti per l’iscrizione nelle liste AIRE di cui sopra possono essere consegnati:
- di persona previo appuntamento da prendere on-line, oppure
- inviando per posta ordinaria al
     Consolato Generale d´Italia – Ufficio AIRE 
     Kettenhofweg 1, 60325 Frankfurt am Main
- oppure via e-mail ad:  anagrafeelettorale.francoforte@esteri.it 

Una volta definita la pratica AIRE, il Comune italiano ne darà notifica direttamente all’interessato.
Il Consolato Generale non rilascia certificati di iscrizione all ´AIRE la cui competenza ricade sul Comune italiano.



ISCRIZIONE D’UFFICIO


È anche previsto che il Comune italiano provveda d'ufficio all'iscrizione nella propria A.I.R.E. quando venga a conoscenza del fatto che il cittadino risiede stabilmente all'estero.
Ugualmente, l'Ufficio consolare italiano del luogo di residenza richiede al Comune italiano l'iscrizione all'A.I.R.E. del cittadino per il quale - in occasione dello svolgimento di una qualsiasi pratica (ad es. il rilascio di un passaporto) - ha constatato l'effettiva e permanente residenza all'estero.
L'iscrizione all'A.I.R.E. può quindi essere fatta anche senza una diretta iniziativa da parte del cittadino interessato; il cittadino, in ogni caso, ne sarà informato dal Comune per mezzo di un atto amministrativo.


AGGIONAMENTO DEI DATI DI ISCRIZIONE ALL'A.I.R.E.


L’aggiornamento dell’AIRE dipende dal cittadino.

Affinché i Comuni italiani possano tenere aggiornati i rispettivi registri A.I.R.E., è necessario che il connazionale informi entro un massimo di 90 giorni il competente Ufficio consolare di ogni variazione di indirizzo (anche in caso di rientro definitivo in Italia) oppure di stato civile (nascite, matrimoni, decessi, eventuali cambi di cittadinanza) del proprio nucleo familiare. In particolare i connazionali sono tenuti a comunicare:

    • il trasferimento della propria residenza o abitazione. Inviare autocertificazione dell'attuale residenza OPPURE, per agevolare il lavoro dell’ufficio, sarebbe gradita una fotocopia del certificato tedesco di residenza, già in possesso dell’interessato, e relativo all’intero nucleo familiare. È importante inoltre che il cittadino comunichi il proprio indirizzo in modo corretto e completo, uniformandosi alle norme postali del paese di residenza.
    • le modifiche alla composizione del nucleo familiare per la trascrizione degli atti in Italia (nascite, decessi)(cliccare qui per approfondimenti);
    • le modifiche allo stato civile per la trascrizione degli atti in Italia (cliccare qui per approfondimenti);
    • l’acquisto di un’altra cittadinanza o la perdita della cittadinanza italiana (cliccare qui per approfondimenti);
    • il cambio di nome.


RIMPATRIO

Per rimpatrio si intende il rientro definitivo di un singolo o di un nucleo familiare in Italia.

Per effettuare la richiesta di rimpatrio, occorre presentare:

    • dichiarazione di rimpatrio;
    • un certificato di cancellazione anagrafica tedesca (Abmeldung);
    • una copia di un documento d’identità.

L’Ufficio consolare fa firmare all’interessato la cancellazione dall’Anagrafe consolare che verrà inviata al Comune A.I.R.E. e consegna il certificato di rimpatrio da presentare al Comune per essere iscritti nell’Anagrafe della Popolazione Residente (A.P.R.).
Si ricorda che il Consolato non concede sussidi o altre somme di denaro per il rimpatrio.


TRASFERIMENTO

Per trasferimento si intende la migrazione di un singolo o di un nucleo familiare in altra circoscrizione consolare (per es. da quella di Francoforte sul Meno a quella di Colonia, Londra o Kuala Lumpur).

Per effettuare la comunicazione di trasferimento, occorre presentare:

ATTENZIONE: per completare la pratica di trasferimento con conseguente variazione di iscrizione all'AIRE, è fondamentale effettuare l'iscrizione alla nuova anagrafe consolare della rappresentanza competente entro 90 giorni dall'emigrazione (nel nostro esempio Colonia, Londra o Kuala Lumpur).


Istruzioni per il pagamento delle percezioni consolari


18